▼ Metro Brescia compie 11 anni: ha già trasportato 165 milioni di passeggeri

"Sono risultati importanti - sottolinea Brescia Mobilitò in una nota - che hanno fatto sì che nel corso di questi anni la metro trasformasse la città e con essa anche le abitudini dei cittadini e di coloro che la visitano o vivono: l’intero sistema di mobilità è cambiato e la metro ne è diventata il cuore pulsante".

0
Metro Brescia, foto Moliva, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Come da tradizione, il mese di marzo porta con sé un importante anniversario: il compleanno della metropolitana di Brescia, che quest’anno compie 11 anni.

In 11 anni più di 165 milioni di passeggeri hanno scelto e utilizzato la metropolitana di Brescia, oltre 17 i milioni nel 2023. Ogni anno vengono percorsi oltre 1,5 milioni di km ed effettuate circa 150mila corse, con oltre 60 milioni di kg di Co2 risparmiata.

“Sono risultati importanti – sottolinea Brescia Mobilitò in una nota – che hanno fatto sì che nel corso di questi anni la metro trasformasse la città e con essa anche le abitudini dei cittadini e di coloro che la visitano o vivono: l’intero sistema di mobilità è cambiato e la metro ne è diventata il cuore pulsante”.

IL COMUNICATO INTEGRALE

Sono tanti i punti di forza della metro, e tanti i continui sforzi messi in campo per migliorarla.

La metro è stata pensata e progettata per essere totalmente accessibile. Innanzitutto, le stazioni, tutte e 17 dotate di almeno un ascensore che permette anche agli utenti in carrozzina di avere accesso diretto alle banchine. Anche la salita a bordo treno è comoda e confortevole, con banchina e treno che si trovano perfettamente allineati e senza alcun tipo di ostacolo che possa intralciare l’utente in carrozzina. Ugualmente, le porte di accesso al treno sono ampie e dotate di sensori anti-schiacciamento. Per quanto riguarda invece i treni, a bordo di tutti i veicoli sono presenti due postazioni dedicate per le carrozzine, entrambe contrassegnate dall’apposita segnaletica.

Oltre a ciò, tutti i piani delle stazioni sono dotati di percorsi segnalati (dall’esterno della stazione fino all’ingresso sul treno) e indicazioni in Braille, a supporto dei viaggiatori ciechi o ipovedenti.

Un grande sforzo è stato fatto anche dal punto di vista della bigliettazione, per rendere sempre più facile, comodo e immediato reperire i titoli di viaggio che consentono di accedere al servizio. Un impegno che si è concretizzato nella possibilità di mettere a disposizione dei clienti una vasta gamma di soluzioni tra le quali scegliere per acquistare abbonamenti e biglietti: non solo i punti vendita fisici, ma un’intera rete di canali digitali che possono contare su di un sito completamente rinnovato, sulle emettitrici automatiche presenti nelle stazioni metro, sull’innovativo sistema di pagamento tramite carta contactless Viaggia con un Beep e su Bresciapp!

Nel corso di questi anni l’infrastruttura della metropolitana è sempre stata curata e manutenuta con attenzione, per garantirne il migliore funzionamento, ma è stata anche arricchita di importanti interventi: particolarmente significativa la realizzazione delle coperture delle scale di accesso alle stazioni, che ha dato rinnovato pregio estetico agli esterni della metro e ha al contempo migliorato l’accessibilità per tutti.

La metropolitana non è solo mezzo di trasporto ma anche luogo da vivere. Grande è stato l’impegno profuso per far sì che i suoi spazi, naturalmente belli e accoglienti poiché l’estetica e la funzionalità sono state grandemente curate in sede di progettazione, diventassero sempre più attraenti e capaci di dare lustro alla nostra città. Il progetto SUBBRIXIA che punta alla creazione di un museo di arte contemporaneo sotterraneo, ha portato in questi anni all’allestimento di 6 stazioni con le opere di Ra di Martino (Il nuotatore), Marcello Maloberti (Brixia), Francesco Fonassi (Rationabiles Tubas, o Guarigione), Elisabetta Benassi (Ordine e Disordine), Patrick Tuttofuoco (Gothic Minerva), Nathalie Du Pasquier (Mind the Gap) e Andreas Angelidakis (BrixiaDue). Da non dimenticare anche l’imponente opera realizzata dal Maestro Isgrò in FS e gli interventi di street art curati da Luca Font e J. Demsky all’interno del deposito di Via L. Magnolini in occasione del decennale della metropolitana. Numerosissimi sono stati, negli anni, anche gli appuntamenti e gli eventi realizzati dentro la metropolitana, dedicati a musica, cultura, intrattenimento, sport, in collaborazione con molteplici realtà del territorio: dall’anno scorso tali appuntamenti sono ripresi, dopo la parentesi dettata dalla pandemia, ed è ora in corso la seconda edizione di Metro Music che sta portando tanti giovani talenti ad esibirsi nel corner di San Faustino.

Una lunga lista di successi e traguardi, che non sarebbero mai stati tali senza i viaggiatori: un forte ringraziamento va dunque a loro, che in questi anni hanno scelto di viaggiare con la metro e che continueranno a farlo anche in futuro.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Whatsapp <<<

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome