Sede imbrattata da ignoti, Aism al graffitaro: “Puoi fare anche il resto?”

I rappresentanti dell'associazione non si sono lasciati sopraffare dall'accaduto e anzi, tramite i social hanno lanciato un appello all'autore del murale

0
Il murale realizzato nella sede di Aism

Non è la prima volta che la sede provinciale di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, viene presa di mira da vandali e ladri. In passato altri soggetti hanno pensato bene di introdursi all’interno dell’edificio o del cortile della struttura frequentata dalle persone con sclerosi multipla, che si trova in via Strada Antica Mantovana nei pressi del Parco Ducos a Brescia. Questa volta, però, l’ignoto ha lasciato un segno ancora più visibile dei precedenti: un “bel” murale.

Il graffito, di opinabile bellezza, è stato realizzato sulla parete di un container che si trova nel cortile dell’associazione, proprio dove tra alcune settimane si terrà la tradizionale festa estiva a conclusione dell’anno “Happy Aism”.

I rappresentanti dell’associazione non si sono lasciati sopraffare dall’accaduto e anzi, tramite i social hanno lanciato un appello all’autore del murale: “Chiunque tu sia e che questa notte hai fatto questo sul nostro container: a noi piace. Puoi fare anche il resto?”. La sfida è aperta e si presta ad una buona causa.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome