La campionessa Sara Simeoni sotto choc: rubata la medaglia d’oro di Mosca 1980

Un furto che sconvolge emotivamente molto più che economicamente: a subirlo è stata Sara Simeoni, atleta azzurra campionessa di salto in alto, oro ai giochi Olimpici di Mosca 1980

0
Il record di Sara Simeoni al Calvesi di Brescia
Il record di Sara Simeoni al Calvesi di Brescia

Un furto che sconvolge emotivamente molto più che economicamente: a subirlo è stata Sara Simeoni, atleta azzurra campionessa di salto in alto, oro ai giochi Olimpici di Mosca 1980, detentrice del primato italiano per 36 anni dal 1971 al 2007 e nota a Brescia per la conquista del record del mondo il 4 agosto 1978 (compiuto sulla pista di atletica Calvesi dove l’atleta è tornata lo scorso anno)

I ladri le hanno portato via ciò che per lei era più prezioso: proprio quella medaglia d’oro conquistata a Mosca sotto la guida del marito e allenatore Erminio Azzaro. Ritrovate, mettendo in ordine dopo lo scempio, le due medaglie olimpiche d’argento, quella di Montreal del 1976 e quella di Los Angeles del 1984: entrambe lasciate per terra. Ma della medaglia d’oro ora resta soltanto la fascetta cui era attaccata.

Il furto, secondo quanto si apprende da fonti locali e nazionali, sarebbe avvenuto nella serata di sabato nella casa di Sara Simeoni a Rivoli Veronese mentre l’atleta era impegnata nella promozione di un libro.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome