Solidarietà agli ucraini, all’ex Omb di Brescia il centro della Croce Rossa per i generi di prima necessità

La distribuzione avverrà inizialmente il sabato e la domenica dalle 9 alle 16. A ciascun nucleo famigliare verrà consegnato un pacco alimentare il cui contenuto varierà a seconda della composizione della famiglia e della presenza di bambini, per consentire una autonomia di quindici giorni

0
Croce Rossa, elaborazione BsNews.it su immagine Wikipedia

Sabato 23 aprile verrà avviata, nella sede dell’ex Omb in via Chiappa 27, l’attività del centro di distribuzione dei generi di prima necessità per l’emergenza causata dalla guerra in Ucraina.

Il centro sarà gestito da Croce Rossa Italiana – Comitato di Brescia con la collaborazione di Caritas Diocesana di Brescia, della Cooperativa Cauto e di Maremosso mediante un accordo progettuale con il Comune di Brescia. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla disponibilità di Brescia Mobilità che ha concesso a titolo gratuito lo spazio del magazzino.

La distribuzione avverrà inizialmente il sabato e la domenica dalle 9 alle 16. A ciascun nucleo famigliare verrà consegnato un pacco alimentare il cui contenuto varierà a seconda della composizione della famiglia e della presenza di bambini, per consentire una autonomia di quindici giorni. Dopo un breve periodo di sperimentazione e di verifica organizzativa saranno valutate modifiche, tra le quali anche l’aumento dei giorni di apertura.

L’accesso allo spazio è facilitato da un cortile interno che consente il passaggio delle automobili. La vicinanza della metropolitana (ultima fermata Sant’Eufemia – Buffalora) agevola ulteriormente il raggiungimento della sede.

Il Comune di Brescia intende così riconoscere e rinforzare le iniziative avviate dalle Associazioni, dalle Parrocchie e da tanti cittadini che si sono tempestivamente attivati con tanto impegno e tanta motivazione per fronteggiare l’emergenza ucraina.

L’obiettivo è di creare un punto di distribuzione centrale rivolto alle famiglie ucraine che non sono inserite nei canali istituzionali di accoglienza come i Cas (Centri di Accoglienza Straordinaria) e il Sai (Sistema di Accoglienza e Integrazione) o nel sistema di accoglienza diffusa che prenderà avvio a breve con l’intervento della Protezione Civile Nazionale. Lo stesso principio è stato sperimentato nel periodo dell’emergenza pandemica e ha favorito lo sviluppo di collaborazioni tra tante realtà, anche istituzionali. Un sistema che ha permesso di ottimizzare l’impiego di risorse umane ed economiche.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

[content-egg module=Amazon template=grid]

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome