Truffa del fruttivendolo: due arrestati nella Bassa

Secondo la prima ricostruzione, stavolta, i due avrebbero offerto a un anziano di Acquafredda alcune cassette di frutta al prezzo di 20 euro, ma mentre questi era distratto gli avrebbero sottratto diverse banconote dal portafoglio

0

Due uomini, di 30 e 50 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Carpenedolo con l’accusa di aver cercato di raggirare un anziano.

L’episodio risale ai giorni scorsi e si è basato sul copione della cosiddetta truffa del fruttivendolo, per cui i malviventi si spacciano per semplici venditori di frutta a basso costo e ne approfittano per raggirare i malcapitati, sottraendo loro denaro o consegnando frutta marcia.

Secondo la prima ricostruzione, stavolta, i due avrebbero offerto a un anziano di Acquafredda alcune cassette di frutta al prezzo di 20 euro, ma mentre questi era distratto gli avrebbero sottratto diverse banconote dal portafoglio. Purtroppo per loro, però, nella zona c’era una pattuglia dei carabinieri che li ha fermati. A carico del 30enne è risultato anche un ordine di carcerazione: doveva scontare tre anni di carcere.

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome