Poliziotti a scuola: a Desenzano marijuana nel bagno dell’istituto De Medici

0

Si inseriscono nel progetto “Patto per Brescia Sicura” i tre controlli effettuati dalla Polizia di Stato nell’arco dell’ultima settimana presso altrettante scuole cittadine e in provincia, al fine di prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio delle sostanze stupefacenti all’interno delle aree scolastiche e tra gli studenti. I servizi, coordinati da un Funzionario della Questura, si sono avvalsi della partecipazione di due equipaggi dei Poliziotti di Quartiere, da personale del Reparto Cinofili di Milano e del fiuto di Jimmy, il pastore tedesco in loro dotazione.

Con professionalità e competenza e senza arrecare disturbo al regolare svolgimento delle attività didattiche in corso, gli agenti hanno controllato l’esterno dei diversi Istituti, le loro adiacenze e le parti comuni, quali bagni e palestre. Gli Istituti scolastici “perquisiti” sono stati l’”I.T.I.S. Castelli” di via Cantore, l’Istituto Professionale “Caterina de ‘Medici” di via Michelangelo, 33 a Desenzano e, nella tarda mattinata di ieri, l’Istituto Magistrale “Gambara” in via Gambara.

I controlli nella scuola di Desenzano hanno portato al rinvenimento all’interno di un bagno, di tre involucri in cellophane, contenenti sostanza stupefacente tipo marijuana. Tutto regolare è risultato invece negli altri istituti. Tale attività, apprezzata dai Presidi degli istituti scolastici e dai ragazzi stessi, continuerà anche nei giorni futuri.

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

1 COMMENT

  1. In base a cosa si dice che i ragazzi stessi hanno apprezzato l’attività? Sono stati compilati questionari? Ci sono state interviste alla maggior parte degli studenti?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome