Champions League, l’An Brescia sfida a Mompiano il Galatasaray

0

La più importante rassegna europea per club, torna nella piscina di Mompiano: domani, alle 20.45 (e non alle 20, come originariamente stabilito), per il terzo turno della fase preliminare di Champions League, l’An Brescia affronterà il Galatasaray. Per i ragazzi di Sandro Bovo, il match – che sarà trasmesso in diretta da Raisport1 – si prospetta come un ennesimo difficile test, questa volta, per valutare le capacità di reazione in un momento di lieve calo di brillantezza fisica e, soprattutto, mentale. Il mezzo passo falso con il Posillipo, va lasciato alle spalle, non deve costituire una preoccupazione: di questo, Presciutti e compagni ne sono ben consapevoli e il recupero della lucidità e della giusta tensione agonistica, è stato una delle priorità nella preparazione della sfida di coppa. Ad ogni buon conto, avere ragione della compagine turca non sarà semplice: dopo la sconfitta casalinga nell’esordio contro i favoritissimi serbi del Radnicki Kragujevac, i giallorossi hanno pareggiato – ancora in casa – 9 a 9 con lo Spandau Berlino. Quindi, con un solo punto all’attivo, senza dubbio il Galatasaray verrà a Brescia per fare risultato e tenersi in corsa per la qualificazione alla Final Six. Nell’organico del club di Istanbul figurano giocatori di assoluto rilievo come Milos Scepanovic, portiere della nazionale montenegrina (argento agli ultimi mondiali di Barcellona, dopo aver battuto l’Italia in semifinale), l’attaccante Vjekoslav Paskovic, anche lui nazionale montenegrino argento a Barcellona, e già protagonista in Italia con la calottina del Posillipo, il centroboa serbo Slobodan Nikic, altra vecchia conoscenza della pallanuoto italiana (con il Recco, due scudetti, una Coppa Italia e una Champions), e vincitore di vari titoli con la propria nazionale; e poi, Mihajlo Korolija, un altro che ha calcato le scene della Penisola (nell’Ortigia), e il difensore statunitense Jesse Smith, argento alle Olimpiadi di Pechino 2008, e, manco farlo apposta, anche lui con un passato in Italia (a Savona). Insomma, non si può certo dire che al Galatasaray manchino qualità ed esperienza internazionale; il tutto, arricchito da una guida tecnica, Petar Kovacevic, di indubbio valore, protagonista di tante vittorie in Francia, sulla panchina del Marsiglia, nonché ct della stessa nazionale transalpina.

Nelle fila dell’An, nonostante il brutto colpo al costato, subito nell’acceso finale dell’incontro col Posillipo, Alessandro Nora dovrebbe rientrare nei tredici; per il resto, l’auspicio è che, ancora una volta, ci sia il pubblico delle grandi occasioni e che, dalla tribuna, si faccia sentire il caloroso sostegno dei tifosi.

«Rispetto alle ultime uscite – queste le indicazioni del tecnico bresciano, Bovo -, dovremo scendere in acqua con una carica emotiva decisamente superiore. Il Galatasaray è una formazione molto ben organizzata, dove spiccano ottime individualità, a partire da Scepanovic, passando per Nikic e Paskovic, giocatori esperti e con doti tecniche di alto livello. E poi, l’allenatore Kovacevic è molto bravo, i suoi team giocano con grande sicurezza, sempre cercando di sprecare il meno possibile. Da parte nostra, tra campionato, coppa e impegni con la nazionale, in questo periodo stiamo giocando tanto e, forse, si è persa un po’ della verve che ha segnato l’avvio di stagione; dobbiamo recuperare l’aggressività che ci ha contraddistinto e che fa parte delle nostre caratteristiche. Si tratta di una partita importante e dobbiamo affrontarla, fin da subito, concentrati al massimo, con grinta e fiducia nei nostri mezzi».              

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome