La Centrale del latte lancia i suoi affettati pronti all’uso. Con carne 100 per cento italiana

0

Saranno sugli scaffali da domani gli Affettati di Centrale. Bresaola, prosciutto Praga, cotto di alta qualità, mortadella, salame Milano, crudo e San Daniele verranno venduti a un prezzo compreso tra i 2 euro e 50 e i 3 euro e 50 centesimi per ogni vaschetta da 100 grammi. E avranno standard qualitativi tra i più alti oggi sul mercato. Ad annunciarlo sono stati questa mattina i vertici della Centrale del latte (il presidente Franco Dusina e il direttore generale Andrea Bartolozzi), insieme al vicesindaco Fabio Rolfi. Gli affettati della Centrale verranno prodotti interamente con carne italiana (e già questo – ha spiegato Bartolozzi – “implica un costo più alto del 20 per cento”). Ma l’obiettivo è arrivare “entro 15 mesi” ad utilizzare interamente maiali bresciani. Inoltre verrà utilizzata una tecnologia di taglio innovativa: non a carne congelata (come fanno la maggioranza dei produttori per risparmiare), ma a temperature superiori allo zero in modo da evitare le tipiche fette incollate degli affettati confezionati di bassa qualità. Il tutto inserito in un packaging innovativo (con tanto di vassoio estraibile e pronto da servire in tavola) e con un’etichetta davvero “parlante”.

La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome