Una discarica in ogni cava: il caso Brescia finisce a Report – ECCO IL FILMATO

    0

    Una cava una volta sfruttata, se non viene ripristinato l’ambiente, diventa una discarica. Questo in barba a una legge nazionale che regola le attività estrattive già dal 1927. Lo Stato poi, circa 40 anni fa, ha trasferito alle Regioni le competenze per meglio regolare il fenomeno. In Lombardia decide tutto la regione, spesso contro il parere di province, comuni e cittadini. A Brescia molte cave sono state trasformate in discariche, nonostante ci fossero già in piedi progetti per il ripristino ad uso agricolo o a verde. Ad occuparsi delle troppe cave trasformate in discariche nel nostro territorio è stata la trasmissione Report che ieri sera ha mandato in onda un’inchiesta a firma di Bernardo Iovene dal titolo “La banda del buco”. Tre i casi bresciani presi in considerazione: la cava di Rovato-Cazzago, quella di Castegnato-Ospitaletto (“Bosco Stella”) e le discariche di Montichiari. Tra gli intervistati l’assessore all’ambiente del Broletto Stefano Dotti che, va detto, è apparso in grosse difficoltà mentre il sindaco di Montichiari Elena Zanola ha rivelato di essere stata espulsa dalla Lega per aver rifiutato l’accordo con il Pdl; Pdl che voleva portare altre discariche proprio a Montichiari.

    Qui sotto riportiamo alcuni passaggi della trasmissione e il link al video (la parte che interessa Brescia va dal minuto 34 al minuto 46).

     

    Ecco il link al video: clicca qui per vedere il filmato!

     

    Ecco il resoconto stenografico di una parte dell’inchiesta su Brescia (in allegato il testo completo):

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Come è possibile che le istituzioni prevedono che in ogni cava si faccia una discarica?

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    Il problema è questo, in Italia ed in Lombardia. Che i rifiuti vengono prodotti e noi chiaramente troviamo una soluzione che sia quella più idonea, non possiamo lasciare i rifiuti per strada, quindi questo è un aspetto che va chiarito, non è che ci dobbiamo scandalizzare.

    Bernardo Iovene (giornalista)
    E avete scelto la provincia di Brescia come discarica?

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    No. Noi non abbiamo scelto la provincia di Brescia. La provincia di Brescia…

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Intanto ad ogni cava corrisponde una discarica.

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    Beh no, non è esattamente così. Sta citando degli ambiti estrattivi all’interno dei quali sono state realizzate le discariche. Cioè, ecco io non voglio che questa intervista venga interpretata come una volontà dell’assessore, o della provincia di Brescia, diciamo così di assentire, in qualche modo, favorire o agevolare in provincia di Brescia la realizzazioni di discariche. Da quando mi sono insediato, io ho detto anche qualche no e abbiamo detto qualche no.

    Elena Zanola – Sindaco di Montichiari
    C’è chi vuole le discariche e chi le ha ostacolate. Mi scusi lei non ha idea della lotta che abbiamo fatto, guardi che mi hanno espulso dalla Lega per le discariche… Sì, perché non ho voluto fare l’accordo con il Pdl perché Forza Italia ha portato tutte le discariche a Montichiari e io l’accordo con il Pdl non l’ho fatto e… sono fuori dalla Lega.

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Ah, lei è stata espulsa dalla Lega?

    Elena Zanola – Sindaco di Montichiari
    Sì.

    Bernardo Iovene (giornalista) – voce fuori campo
    L’assessore competente delle cave in regione è del Pdl. Ci scrive che ha apprezzato il nostro invito per un’intervista, ma non ritiene di aderire, eppure è in consiglio regionale che aumentano i metri cubi da scavare.

    Giuseppe Civati – Consigliere regionale Pd
    Quello che succede, non solo a Brescia, succede in tutta la Lombardia… è che la regione aumenta il quantitativo di materiale scavabile.

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Ma come mai?

    Giuseppe Civati – Consigliere regionale Pd
    Questo lo fa sulla base di valutazioni che spesso prescindono secondo noi dal fabbisogno reale, che era già stato stimato nel primo passaggio dalla provincia. Nella regione più federalista del mondo succede che i comuni, per esempio, sulle cave abbiamo pochissimo potere e quindi si trasformino i sindaci e i loro cittadini, concittadini, in una sorta di comitato di cittadini contro la regione Lombardia. Fa un po’ sorridere.

    Bernardo Iovene (giornalista) – voce fuori campo
    Ci sembra di capire che l’interesse dei cavatori è più importante del territorio, quello che non si capisce invece è come mai il ripristino del buco che è garantito da una fideiussione non viene fatto.

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Ci faccia capire questo passaggio, perché io non l’ho capito.

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    Ma se lei mi rilascia una fideiussione da un milione di euro e può far richiesta di realizzare in alternativa, una discarica, magari che ha un valore di dieci volte tanto, mi dice: “io rinuncio alla fideiussione e intervengo in questo senso”. Il problema è questo che…

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Ma chi è che glielo permette di fare?

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    I comuni non possono disporre, non dispongono della proprietà dell’area, questo eviterebbe la realizzazione di discariche nella provincia di Brescia.

    Bernardo Iovene (giornalista)
    Sì, ma chi è che gli permette di cambiare uso? Cioè la destinazione d’uso, chi è che gliela permette di fare?

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    Aspetti un attimo. Chiamami Davini, così diamo dei dati. Grazie, grazie. Interrompiamo un secondo. Mi state facendo un po’ la pelle!

    Bernardo Iovene (giornalista)
    No, stiamo cercando…

    Stefano Dotti – Assessore attività estrattive Provincia di Brescia
    Scusate, chi è che vi ha chiamato?

    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    1 COMMENT

    1. Ieri sera ho visto il servizio in tv. Dotti ha fatto una pessima figura. Ma è tutta la Lega ad uscirne con le ossa rotte e adesso caro Padanus ti spiego il perché. Quando qualche anno fa (giunta Cavalli) c’era da approvare il piano rifiuti della Provincia, la Lega ha fatto un gran casino perché bisognava tutelare meglio alcuni territori, come la Franciacorta. Benissimo! Peccato che poi la Regione abbia bocciato questa cosa. Ma chi governa in regione? La Lega!!! E ora chi c’è in Provincia ad occuparsi di queste cose? Dotti, un leghista! Prima, con Mattinzoli, c’era un’indicazione precisa: basta autorizzare nuove discariche. Ora Dotti non sa nemmeno di che si sta parlando!!! In più la Zanola ci spiega che la Lega voleva l’accordo con il Pdl di Montichiari a costo di trasformare il paese in un’immensa discarica!!! Ma sarebbe questa la tutela del territorio??? Alla faccia del federalismo!!!!

    2. Ma chi l’ha fermata la discarica di Bosco Stella? Chi ha messo la fascia di tutela per le vigne della Franciacorta????? Non sono stati né il Pdl, nè il Pd, nè Mattinzoli mi pare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

    3. Civati … crea un bel sondaggio on line contro le discariche e vota come sai fare tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

    4. Caro Fred ma ci sei o ci fai?? Chi è che ha tolto il vincolo dei 500 metri per la realizzazione di nuove discariche e impianti trattamento rifiuti nel territorio della Franciacorta??? La Regione!!! Chi governa in Regione??? La Lega!!! A metà marzo i comitati di cittadini contrari alla discarica di Bosco Stella sono andati alla commissione ambiente regionale per spiegare le loro ragioni. Ancora una volta: chi governa in regione??? La Lega!!! Tu mi assicuri che la Lega dirà NO a questa discarica???? Io ho i miei dubbi…

    5. La Lega difende così tanto il territorio che Brescia è la terza città più inquinata d’Europa, a meno che la Padania la si voglia considerare fuori dai confini europei. Così facciamo prima a non essere giudicati!

    6. Non avete ancora capito che la Lega bresciana e quella lombarda stanno facendo una recita? Io che sono sul territorio strillo, tu fai quello che non min ascolta. Poi, dietro il sipario, ci stingiamo la mano…

    7. ma state a sentire i COMUNISTI di report? AHAHAHAHAHA !!!!!!!!!!!

      SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!! SECESSIONEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!!

    8. "Celtico" secessionista, STIAMO AD ASCOLTARE "IL POPOLO SOVRANO", che tanto viene tirato in ballo di questi tempi!!!
      Cosa che non fanno i TUOI amici in regione, CONSIGLIERI, ASSESSORI, PRESIDENTI DI COMMISSIONE!!!
      Sentono invece molto bene le malie delle poltrone nei consigli d’amministrazione, da occupare a tutto spiano, e del flusso di denaro che generano le cave e i rifiuti con cui riempirle (non farci caso, tutte falsità. Fatti "illuminare" dal TUO amico Toscani, TUO Consigliere Regionale!).
      SORDI!!! e, come il "popolo padano" o "celtico", se preferisci, ben sa, per tradizione popolare, appunto, NON C’E’ PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE!!!

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome